fbpx

Cani e cucce: come scegliere la migliore

Esistono molti tipi di cucce per cane, sia da interno che da esterno. Impariamo a scegliere la migliore per il nostro amico a quattro zampe. 

Cucce per cani: un accessorio fondamentale

Per chi possiede un giardino o una terrazza, la cuccia per cani è fondamentale dato che permette all’animale di ripararsi dal freddo in inverno e dal caldo in estate. In commercio si trovano infinite varietà in plastica e legno, vediamo alcuni consigli pratici per fare la scelta migliore.

Innanzitutto la grandezza della cuccia deve essere tale da permettere al cane di entrare, uscire e sdraiarsi senza difficoltà. Una cuccia troppo piccola è scomoda e una troppo grande è fredda per la stagione invernale, anche se rappresenta una valida opzione se i cani sono due e possono condividerla per scaldarsi reciprocamente.

Per capire la misura ideale della cuccia consigliamo di misurare l’altezza della croce, ovvero la distanza tra la base degli arti interiori e la schiena e la lunghezza del cane e sommare i due valori. La cuccia non deve misurare meno di tre quarti questo risultato. Per trovare una cuccia per cani delle giuste dimensioni va misurata la lunghezza totale del cane senza considerare la coda e l’altezza dell’animale, dato che è bene che il cane possa stare in piedi nella cuccia.

Cucce per cani: quale materiale scegliere

Uno dei dubbi più grandi quando il proprietario dei cani deve scegliere una cuccia è il materiale. In tanti costruiscono da soli la cuccia in legno o acquistano le cucce in plastica già pronte. Qual è allora la soluzione migliore? 

I veterinari di Gruppocvit consigliano una cuccia in legno per chi vive in climi freddi, dato che questo materiale è isolante. Per aumentare il comfort dell’animale si può aggiungere un materassino che lo ponga non a contatto con il terreno. L’unico svantaggio della cuccia in legno è che richiede una maggiore manutenzione dal momento che questo materiale marcisce per la pioggia. Inoltre si tratta delle cucce più difficili da pulire.

Rispetto al legno, le cucce in plastica hanno un design accattivante, durano a lungo e non si deteriorano. Dato che sono fabbricate in materiali non porosi, non si sviluppano fastidiosi funghi o batteri. Tuttavia, si tratta di un materiale poco indicato se la zona è fredda e anche nel caso della cuccia in plastica si può disporre un materassino sul fondo.

Cuccia e freddo: come proteggere il cane dal gelo

Per proteggere il cane dal freddo di può scegliere una cuccia con porte laterali, che impediscono l’entrata del freddo da quella classica frontale o cucce con il tetto inclinato per lo scorrimento della pioggia. In questo secondo caso si evita che l’acqua filtri all’interno o ristagni sul tetto creando una sensazione di umido. Oltre a questo si può imbottire la cuccia con coperte di lana e tessuti pesanti per creare un ambiente caldo e confortevole. 

Cuccia cani per interno: le caratteristiche

La cuccia per cani da interno deve essere durevole nel tempo e creare una sensazione di benessere nel cane, per far sì che usi volentieri il giaciglio. Si tratta, infatti, di un luogo a cui il cane si affeziona e per questo consigliamo che sia realizzata in cotone fresco e traspirante o, per i mesi freddi, in pelliccia sintetica. Anche l’imbottitura deve essere soffice, ma resistente e i cani più esigenti possono contare su una cuccia da interno in Memory Foam, che si conforma seguendo le curve del corpo.

Il consiglio in più dei veterinari di Gruppocvit è quello di scegliere una cuccia facile da lavare e sfoderare, dato che si accumulano peli e sporcizia. Molte cucce per interno sono dotate di cuscino removibile e la maggior parte delle cucce si può lavare in lavatrice alle basse temperature o pulire con un panno in microfibra inumidito.

In conclusione, i veterinari di Gruppocvit consigliano di scegliere la cuccia sulla base delle esigenze e caratteristiche del cane e del clima della zona in cui vivete.