fbpx

Educazione del cane: alcuni suggerimenti

Tanti proprietari di cani si chiedono come fare per educare il cane per la prima volta o insegnargli i comandi base. In questo caso è importante sapere che non serve diventare addestratori professionisti, anche se ci sono alcuni consigli da tenere a mente quando si porta a casa un cane:

  • garantire cibo, salute, igiene e un rifugio;
  • impegnarsi a conoscerlo e capirlo, favorendo il contatto con altri animali;
  • premiare i comportamenti corretti ed evitare le punizioni;
  • dargli amore e compagnia, dedicandogli tempo e facendo sport con lui.

Vediamo ora i suggerimenti di Gruppocvit per l’educazione del cucciolo.

Consigli utili per educare il cucciolo di cane

Chi desidera educare il cane deve cominciare raccogliendo tutta la pazienza di cui dispone e imparando a farlo divertendosi con il cane, cucciolo o adulto che sia. Gruppocvit ricorda alcuni suggerimenti per l’educazione del cane.

  1. Allenamento e costanza: il cane è un animale molto intelligente, ma necessita di allenamento e costanza per adottare e mantenere un’abitudine. Per questo è importante dedicarsi tutti i giorni all’educazione del cane anche per pochi minuti, senza desistere finché non ha imparato il comando alla perfezione. Solo a questo punto potrete passare alla lezione successiva.
  2. Combinazione di addestramento e gioco: il cane ama giocare da solo, con i padroni e con altri animali per questo nella sua educazione vanno uniti momenti di addestramento ed altri di svago. In questo modo l’animale imparerà più in fretta, consumerà molte energie e riposerà di più. I nostri veterinari ricordano che molte marachelle sono la conseguenza di poco movimento e attività fisica.
  3. Attività fisica: per quanto riguarda questo punto, ricordiamo che un cane che ha corso, giocato e camminato per diversi minuti al giorno sarà più tranquillo al ritorno a casa. L’importante è che l’animale abbia modo di scaricare le energie accumulate, ricordandosi che per ogni età è necessario valutare le energie e le capacità fisiche disponibili, a tal proposito, ad esempio, il cane anziano si stanca prima del cucciolo.
  4. Essere sempre positivi: l’educazione del cane ha successo se il padrone ha un atteggiamento positivo e vede questo compito come un divertimento. Per questo Gruppocvit consiglia di rimandare la lezione se si è stanchi o di cattivo umore in modo da lavorare solo quando si hanno le energie necessarie a ottenere i migliori risultati.
  5. Pazienza nell’educazione del cane: quando si parla di educazione del cane è bene essere costanti e pazienti, dato che l’animale non impara dal giorno alla notte. L’educazione del cane è un processo che richiede amore e tempo e il cane che vede questa attività come un gioco risponderà positivamente ed eseguirà i comandi.

Educare un cane deve essere un divertimento per padrone e animale ed è importante non dimenticarsi le ricompense. Lavorare con l’aiuto di giochi o piccoli snack permette di dimostrare al cane che siamo orgogliosi di lui, anche se molto spesso la migliore ricompensa è un gesto o una parola dolce.

Con i consigli di Gruppocvit vedrete che educare il vostro amico a quattro zampe sarà facile e divertente e saprete creare quella complicità unica che caratterizza il rapporto uomo-animale.